Ottobre 15, 2020

Dimentica i corpi in bikini e le braccia grandi: ecco il vero segreto per motivarti a trasformare il tuo corpo.

By Bruno

Le riviste hanno sbagliato. Certo, la promessa di “addominali scolpiti” potrebbe essere motivante all’edicola dell’aeroporto. Ma non appena il tuo volo è in ritardo, è un obiettivo facile da dimenticare. Perché stress, frustrazione e … uno Smashburger in una posizione comoda. (Come tutti i giorni, in realtà.) C’è è” soluzione, però. Se sei disposto a porre e rispondere ad alcune domande difficili, puoi scoprire uno scopo molto più profondo per il cambiamento. Uno che accenderà la passione e ti spingerà a ottenere i risultati desiderati, indipendentemente da quanto la compagnia aerea ti frega.

Potevo già vedere il dolore negli occhi di Michelle mentre ci sedevamo per parlare.

“Cosa speri di ottenere assumendomi?” Ho chiesto.

Michelle si strinse nelle spalle. “Voglio solo perdere peso e rimettermi in forma”.

Dopo 10 anni come preparatore atletico, sapevo che c’era dell’altro nella storia. C’è sempre.

“Sei sempre stato in sovrappeso?” Ho chiesto.

Sembrava sorpresa della domanda personale. Non ho sussultato.

Dopo un momento, Michelle mi ha detto che ha combattuto contro il suo peso per più di 15 anni. Ora ha il prediabete.

“Come ti senti?” Ho chiesto.

Esitò di nuovo, ma poi disse: “Spaventata. Mia madre era in sovrappeso e aveva il diabete, e mi sento come se stessi seguendo le sue orme. ”

A questo punto, Michelle ha smesso di trattenersi; le lacrime le rigavano le guance.

“Mi ha colpito tutto due settimane fa. Mia figlia ha detto che non si fidava di me per essere sola con mia nipote perché sono troppo sovrappeso e immobile per stare al passo. Ero così devastato. Così imbarazzato. ”

Molti di noi sono come Michelle: vergogna di parlare di ciò che veramente ci infastidisce.

Ma da quando ho iniziato a incoraggiare i miei clienti a scavare in profondità nel loro dolore, i loro risultati sono saliti alle stelle.

Perché? Perché per ottenere un cambiamento reale e duraturo, molte persone devono affrontare il dolore emotivo che li induce a desiderare quel cambiamento.

Una volta che lo fanno, la loro vera motivazione è cristallizzata. E questo è spesso molto più potente di qualsiasi singolo programma di esercizi o approccio dietetico.

La sfida è scoprirla.

Non inizi mai con il dolore.

Quando si tratta di obiettivi, le persone di solito parlano di perdere grasso, muoversi meglio o guarire. Tutte belle aspirazioni, davvero.

Ma per molti di noi, questi obiettivi non sono molto significativi nel contesto della nostra vita quotidiana. Sono più come i cliché sulla salute e sul fitness.

Le nostre vere motivazioni sono molto più profonde dell’avere un “corpo da bikini” o “braccia che si sfondano le maniche” (come promettono gli annunci e le copertine).

Queste sono le cose di livello superficiale che pensiamo di volere.

Certo, questi tipi di obiettivi potrebbero ispirarti a presentarti per sei settimane di allenamento e ridurre il consumo di alcol per un po ‘. Ma per la maggior parte delle persone, quanto sono veramente importanti? Quanto è facile rinunciare?

D’altra parte … sai cosa c’è di più motivante?

Michelle voleva essere in grado di prendersi cura di sua nipote così male che mesi di nuove abitudini, allenamenti faticosi e dire no ai cupcakes nella sala pausa sembravano l ‘ unica scelta. Non era solo un obiettivo di fitness “guarda meglio”, era la sua passione ardente .

Scoprire perché vuoi veramente cambiare ti dà risolutezza.

Una persona saggia (okay, era Tony Robbins) una volta ha detto: “Il cambiamento avviene quando il dolore di rimanere lo stesso è maggiore del dolore del cambiamento”.

C’è solo un problema: molti di noi non arrivano mai alla radice di ciò che ci infastidisce. Non affrontiamo il nostro dolore perché è scomodo. Di conseguenza, è molto più probabile che resteremo gli stessi.

Trova il tuo dolore … per alimentare la tua passione.

A volte, il dolore sarà evidente: divorzio, diagnosi spaventosa, perdita di una persona cara. Questo tipo di dolore è facile da identificare. È proprio lì di fronte a te, che ti segnala.

Altre volte, il dolore può essere più sottile: si nasconde in un angolo buio del seminterrato, sempre lì, anche se non ne sei costantemente consapevole.

Forse deriva da tutte quelle volte in cui sei stato scelto l’ultima volta da bambino. O da quel commento “innocuo” che una persona cara ha fatto sul tuo corpo … o sul corpo di qualcun altro (che ti somiglia).

Questi colpi di dolore potrebbero non avere un impatto così forte sul momento, ma nel tempo accumulano potere e influenza sulle tue azioni e autostima.

Il risultato? Il dolore nascosto può manifestarsi come:

  • evitare attività divertenti o che fanno bene, come andare a una festa o provare la nuova palestra in fondo alla strada
  • sentire il tuo cuore battere forte quando qualcuno ti chiede se stai bene
  • rivisitare un momento mortificante più e più volte, usandolo come prova che sei il peggiore
  • rifiutare opportunità interessanti perché la tua voce interiore dice: “Assolutamente no, non posso farlo”.
  • Vivere bene fino ai 20 anni con il presupposto che non troverai mai compagnia … perché sei stato rifiutato sulla pista da ballo della scuola media … e hai pensato che fosse perché i ragazzi pensavano che fossi troppo grande … quindi questo deve significare che gli uomini non lo fanno. mi piaci. (È TMI?)

Tutti questi esempi suggeriscono che ci sono problemi sotto la superficie. Il dolore ti scoraggia e ti trattiene. Se riesci ad accedere alla fonte di questo disagio emotivo, puoi usarlo per ottenere un cambiamento serio.

Ecco come farlo, in tre passaggi.

Passaggio 1: trova il tuo vero “perché”.

Michelle voleva perdere peso, certo.

Ma ancora più importante, voleva che ci si fidasse di prendersi cura di sua nipote. Questa era la sua vera ragione per voler perdere peso.

Nel metodo di coaching Precision Nutrition, lo chiamiamo “trovare il tuo perché”.

Il tuo “perché” è il motivo dietro il motivo … dietro il motivo … dietro il motivo superficiale per cui vuoi cambiare la tua vita.

Trovare il “perché” è una scorciatoia per trovare il tuo dolore.

Perché spesso, la ragione più profonda per voler cambiare il tuo corpo o le tue abitudini trascina fuori cose schifose.

Ad esempio, la vergogna di aver guadagnato 30 libbre dopo aver avuto figli . (“Perché ogni altra mamma sembra avere tutto insieme?”).

O l’impotenza di rendersi conto che non puoi nemmeno chinarti per raccogliere una matita dal pavimento.

O il rimpianto che deriva dall ‘ ammettere di non essere il tipo di padre attivo e stimolante che vorresti essere .

Questi sono i “perché” che guidano il cambiamento.

Non accontentarti della risposta facile.

Arrivare alla tua “ragione più profonda” richiede un po ‘di introspezione. Un esercizio chiamato “5 perché” può aiutare a dare il via al processo.

Ecco come funziona: prendi in considerazione il motivo iniziale per cui desideri apportare modifiche alla tua alimentazione, routine di allenamento o stile di vita e utilizzalo come punto di partenza.

Forse vuoi metterti in forma. Ora chiediti “perché?”

(Se sei un coach, puoi svolgere questo esercizio con un cliente. Fai le domande, ma lascia che sia lui a parlare per la maggior parte.)

Continua a chiedere – ricorda, si chiama i 5 perché – finché non ti senti come se avessi identificato il vero motivo per cui vuoi cambiare. L’illustrazione seguente mostra come potrebbe apparire.

Mettiti al lavoro.

Alcune persone possono definire e confrontare rapidamente il loro “perché”. Per altri, richiede un po ‘più di tempo e impegno.

Praticare la meditazione e / o la consapevolezza può aiutarti ad accedere a pensieri scomodi che hai evitato o respinto. Per iniziare, prova questa semplice scansione mente-corpo.

Trova un posto tranquillo. Prenditi 5 minuti e trova un posto dove puoi essere senza interruzioni. Potrebbe essere appena prima di andare a letto o subito dopo il risveglio. O nel tuo ufficio, su una panchina del parco o seduto nella tua macchina parcheggiata.

Nota le sensazioni fisiche. Scansiona il tuo corpo dalla parte superiore della testa fino alle dita dei piedi, parte per parte. Nota come ti senti lungo la strada. Non giudicare e non affrettarti a cambiare nulla.

Nota emozioni e pensieri. Dopo aver eseguito la “scansione del corpo”, fai lo stesso esercizio per le tue emozioni e i tuoi pensieri. Ancora una volta, non giudicare o cercare di dargli un senso. Basta osservare.

Ponetevi 3 domande. In questo momento …

  • Cosa provo fisicamente?
  • Cosa provo emotivamente?
  • Cosa sto pensando?

Potresti trovare utile annotare alcune note dopo ogni sessione. (Va bene se non riesci a trovare le parole perfette.)

Nel tempo, noterai sentimenti, pensieri e idee che emergono costantemente. Questi possono essere indizi importanti per rivelare il tuo “perché” … e il tuo dolore.

Passaggio 2: trasforma il tuo dolore in azione.

Cominciamo con un esempio.

Quando Nivi Jaswal è entrata nel Precision Nutrition Coaching, era in sovrappeso, stressata e aveva il prediabete. Attraverso molte riflessioni, Nivi scoprì il dolore che la tratteneva: una profonda paura di non essere abbastanza brava. Se non potesse fare qualcosa perfettamente, non lo farebbe affatto. E adesso cosa?

Fai la cosa difficile.

Una volta definito il tuo dolore, disponi di una struttura per sperimentare un esercizio che PN chiama “difficile-facile” e “difficile-difficile”. (No, questi non sono errori di battitura.)

Difficile-facile descrive cose che fai che sono difficili, ma comunque nella tua zona di comfort: andare a lavorare ogni giorno anche se odi il tuo lavoro, per esempio. O rinunciare di nuovo ai carboidrati anche se ami pasta e biscotti.

Nel caso di Nivi, difficile-facile era passare innumerevoli ore alla ricerca di routine di dieta ed esercizio fisico, cercando la risposta “perfetta”.

Difficile-difficile, tuttavia, sono le cose che sono veramente impegnative: le azioni da cui eviti perché sembrano travolgenti o addirittura impossibili. Questo è il luogo in cui cresci.

Ecco alcuni esempi:

  • Per la madre che dà sempre la priorità ai bisogni della sua famiglia rispetto ai propri, difficile-difficile potrebbe essere ritagliarsi due ore alla settimana per le sue lezioni di yoga preferite .
  • Per il dirigente aziendale che sceglie di lavorare 60 ore a settimana, difficile-difficile potrebbe essere uscire con gli amici due volte al mese (per iniziare).
  • Per Nivi, difficile-difficile significava apportare piccoli cambiamenti all’alimentazione e allo stile di vita invece di andare all-in . Era scettica su questo approccio. Sembrava che non avrebbe funzionato e aveva paura di sprecare tempo e fatica. Questo è ciò che ha reso difficile-difficile.

Chiediti:

Di cosa hai paura? Le attività difficili e facili tendono a infastidirci. Come quando dici “sì” anche se in realtà non hai spazio per un altro compito. Perché dire “no” è troppo spaventoso. Le cose che ci spaventano di solito sono quelle difficili-difficili.

Cosa faresti se fosse il giorno opposto? Le cose facili e difficili ti tormentano, ma continui a farlo comunque. Prenditi un momento per riflettere: come funziona per te? Cosa potresti fare di nuovo, che ti costringerebbe a crescere e a metterti su una nuova strada? Questo è il tuo difficile-difficile.

Apporta una modifica alla volta.

Una volta identificato il tuo difficile-difficile, eliminalo un pezzetto alla volta. Potrebbe sembrare strano, ma concentrarsi su meno può aiutarti a ottenere di più.

Scegli una piccola, nuova abitudine.

Seleziona un’abitudine che supporti il ​​progresso verso il corpo e la salute che desideri. Rendilo qualcosa di semplice e ragionevole, che pensi di poter praticare ogni giorno.

Supponiamo che tu voglia metterti in forma, ma sei terrorizzato dalla palestra perché ti senti un estraneo. Il tuo difficile-difficile è andare in palestra regolarmente.

Considera l’idea di iniziare con un’abitudine che ti avvicini a quell’obiettivo, ma non va fino in fondo.

Per la tua prima abitudine, potresti scegliere una di queste opzioni:

  • Schiuma che rotola per pochi minuti ogni mattina
  • fare una passeggiata di 10 minuti dopo cena ogni sera
  • fare un allenamento a casa di 15 minuti due volte a settimana
  • andare in palestra una volta alla settimana, ma impegnarsi in un solo esercizio con cui ti senti a tuo agio e poi andartene

Forse uno di questi sembra estremamente difficile, mentre un altro è difficile, ma fattibile. Vai con quest’ultimo.

Allena la tua abitudine.

Fai la tua nuova abitudine ogni giorno per almeno due settimane. Alcuni giorni ti sembrerà un’estenuante scalata sull’Everest. Altri giorni potresti sentire come se stessi volando. Alla fine, ci saranno più giorni di volo di quelli dell’Everest. È così che sai di essere pronto per il passaggio successivo.

Sviluppa la tua abitudine.

Ora forse sei pronto per quattro allenamenti a casa a settimana o due esercizi quando vai in palestra. Pratica questa nuova abitudine per altre due settimane. Continua a ripetere questo ciclo.

Con questa pratica, il tuo difficile-difficile diventerà più facile. Di conseguenza, migliorerai nell’affrontare il tuo dolore e le tue paure … e più bravo nel cambiare.

Passaggio 3: condividi il tuo dolore.

Una volta avevo una cliente di nome Nadia. Il suo impegno è cresciuto e svanito e alla fine ha smesso di presentarsi agli allenamenti, una storia che ogni allenatore conosce fin troppo bene.

Due anni dopo, Nadia ha chiesto se potevamo incontrarci. Durante il caffè, mi ha spiegato di avere un disturbo dell’apprendimento, ma si era vergognata di parlarmene prima. Durante i nostri allenamenti, si era sentita persa e ansiosa.

Armati di queste nuove informazioni, abbiamo capito come metterla più a suo agio questa volta. Ha iniziato a presentarsi quattro giorni alla settimana e ha fatto molti progressi.

Parlare alle persone del tuo dolore può:

  • porta via un po ‘del potere del dolore (potresti renderti conto di non essere in colpa)
  • rendere più ovvie le soluzioni precedentemente nascoste
  • aprire nuove fonti di supporto che prima non erano disponibili
  • aiutarti a metterti in contatto con persone che stanno attraversando cambiamenti simili
  • Fai sapere agli altri che sei disponibile ad aiutare , se sono in grado di fornirlo.

Inizia con le persone che ami.

Anche una volta che Michelle si è aperta con me, non aveva ancora intenzione di parlare a suo marito oa sua figlia del suo dolore. All’inizio, non ha nemmeno detto loro che si era iscritta a una palestra.

Dopo alcuni mesi aveva perso un po ‘di peso, ma la sua motivazione iniziò a diminuire ed era ancora arrabbiata con sua figlia. Le ho chiesto cosa pensava potesse accadere se ne avesse parlato con sua figlia.

“Speravo davvero di evitare i conflitti”, ha detto.

Il risultato è stato il contrario. La figlia e il genero di Michelle sono stati molto incoraggianti. In effetti, entrambi si sono impegnati ad apportare cambiamenti nutrizionali con lei per mostrare il loro sostegno. Il marito di Michelle ha persino eliminato tutto il cibo spazzatura dalla loro casa.

Sebbene non ci siano garanzie, la maggior parte delle volte, se permetti a te stesso di essere vulnerabile con le persone a cui sei vicino, si mobiliteranno per sostenerti .

E questo può fare la differenza nel continuare a fare progressi.

Concediti il ​​permesso di andare piano.

Se non ti senti ancora pronto a rivelare il tuo dolore a qualcun altro, puoi utilizzare i principi della formazione sull’inoculazione da stress (SIT) per iniziare a condividere poco a poco.

SIT è come una vaccinazione contro lo stress. L’idea di base è quella di mettersi lentamente a proprio agio essendo … a disagio.

Pensa in questo modo: esporsi regolarmente a piccole quantità di stress, a livelli che non ti opprimono, ti allena a gestire situazioni molto più difficili. Proprio come con l’esercizio.

In questo caso, racconta la tua storia in pezzi, al tuo ritmo, finché non inizi ad adattarti allo stress della condivisione. O forse prima rivela il tuo dolore in un diario, poi con uno sconosciuto e poi con qualcuno a cui sei vicino.

Perché può” farlo da solo, ma non devi.

Se ti senti un po ‘a disagio, sei sulla strada giusta.

Ricorda, lo chiamiamo difficile-difficile per un motivo.

Ma se sei disposto a scavare in profondità, a trovare il motivo e a scoprire la radice del tuo dolore, potresti scoprire lo scopo e la passione che ti sei perso.

Quindi vai oltre pensando che “vuoi solo metterti in forma” o “non puoi perdere peso”. E apriti alla possibilità che ci sia di più nella storia.

È qui che troverai la motivazione di cui hai veramente bisogno … per i risultati che veramente desideri.

Vuoi aiuto per diventare la versione più in forma, più forte e più sana di te?

La maggior parte delle persone sa che il movimento regolare, il mangiare bene, il sonno e la gestione dello stress sono importanti per avere un aspetto e sentirsi meglio. Tuttavia hanno bisogno di aiuto per applicare quella conoscenza nel contesto delle loro vite impegnate, a volte stressanti.

Ecco perché lavoriamo a stretto contatto con i clienti del Coaching nutrizionale di precisione per aiutarli a perdere grasso, diventare più forte e migliorare la loro salute … non importa quali sfide devono affrontare.

È anche il motivo per cui collaboriamo con professionisti della salute, del fitness e del benessere (attraverso i nostri programmi di certificazione di Livello 1 e Livello 2 ) per insegnare loro come istruire i loro propri clienti attraverso le stesse sfide.

Interessato al coaching nutrizionale di precisione? Iscriviti alla lista delle prevendite; risparmierai fino al 54% e ti assicurerai un posto con 24 ore di anticipo.

Mercoledì 13 gennaio 2021 apriremo posti nel nostro prossimo Coaching di nutrizione di precisione.

Se sei interessato al coaching e vuoi saperne di più, ti invitiamo a iscriverti al nostro elenco di prevendite di seguito. Essere nell’elenco ti offre due vantaggi speciali.

  • Pagherai meno di chiunque altro. A Precision Nutrition ci piace premiare le persone più interessate e motivate perché fanno sempre i migliori clienti. Iscriviti all’elenco delle prevendite e risparmierai fino al 54% sul prezzo al pubblico, che è il prezzo più basso che abbiamo mai offerto.
  • È più probabile che tu ottenga un posto. Per offrire ai clienti la cura personale e l’attenzione che meritano, apriamo il programma solo due volte all’anno. L’ultima volta che abbiamo aperto la registrazione, siamo andati esauriti in pochi minuti. Iscrivendoti all’elenco di prevendita avrai l’opportunità di registrarti 24 ore prima di tutti gli altri, aumentando le tue possibilità di entrare.

Se sei pronto per diventare la versione più in forma, più forte e più sana di te stesso con l’aiuto dei migliori allenatori del mondo, questa è la tua occasione.